Una lettera per windows

Girando per Internet ho trovato una lettera di un Blogger che mi sembra alquanto carina e davvero moooolto triste. Parla di una “rottura di coppia” tra un user e il suo sistema operativo. Di un rapporto che non è più come quello di prima. Nascono nuovi sistemi alternativi molto sexy e davvero “rombanti”. Voglio presentarla a voi e dire davvero Bravo Luca Marchi (http://www.lucamarchi.com/2008/12/05/caro-windows-e-finita/).

Caro Windows XP,

non volevo dirti questo di persona perchè so che sarebbe stato complicato per te accettare le mie parole. Dopo tutto siamo stati insieme per un lungo periodo di tempo, quasi cinque anni e sei tutt’ora in esecuzione. Infatti io ti conosco molto bene: il tuo pannello di controllo, le tue procedure d’installazione e anche quando ti arrabbi e mi mostri la tua schermata blu.

Ma purtroppo dobbiamo dire come stanno le cose. Dove è finito quello snello e veloce sistema che avevo installato all’inizio? Ti ricordi quando su di te giravano senza alcun problema GTA Vice City e True Crimes? E tutti quei momenti in cui abbiamo masterizzato dei CD insieme e quando abbiamo condiviso la stessa musica? Ti ricordi? Io no.

Ad essere onesti sembra che te ne sei andato. Ora ci metti tantissimo tempo a caricarti e Vice City va lentissimo. Inoltre ogni volta che tento di guardare un video ti blocchi e soltanto un riavvio è la soluzione a questi tuoi attacchi di pazzia. Cosa è successo Windows? Pensi che sia possibile passare il tempo con te?

Ebbene, io ti ho tradito. Ho amoreggiato tanto tempo fa con un tuo nemico, il suo nome era OpenSUSE. Ci siamo conosciuti a casa di un mio amico e ho avuto il modo di conoscerla molto bene: sono stato sempre dentro il suo terminale; credo che tu abbia capito cosa voglio dire.

Alla fine io capii che non era la mia tipa quando mi presentò la sua cuginetta africana. Il suo nome è Ubuntu ed è tremendamente sexy. Inoltre questa mi ha presentato le sue sorelle: Kubuntu, Xubuntu ed Edubuntu, anche loro molto sexy.

Non so se ormai tu abbia capito il motivo di questa lettera, ma mi dispiace, è finita e non credo che cambierò decisione. La mia nuova ragazza mi tenta sempre con tantissimi software e con bellissimi giochi. Inoltre è gratuita ed ha tantissimi amici su Internet. Dopo tutto cosa posso dire di lei: è sexy, gratuita e veloce. E te Windows sei a pagamento, lento e sempre ammalato a causa dei tanti virus.

Voglio quindi che tu sappia che ti sto lasciando per Ubuntu. Abbiamo trascorso un bel periodo insieme, anche se è stato pieno di problemi. Ora devo andare, ho un appuntamento con Ubuntu. Nel caso dovessi semtire la tua mancanza, credo che berrò con tranquillità un buon bicchiere di Wine.

Una lettera per windowsultima modifica: 2008-12-06T14:15:41+00:00da santanello
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento